Ciao, sono Matteo.

E, sì, questo è un blog. Nonostante sia il 2017, nonostante siano passati più di dieci anni dal mio primo tentativo, nonostante tutti quei tentativi siano poi sempre miseramente falliti. La voglia di scrivere c’è – c’è sempre stata e spero credo temo ci sarà sempre – i risultati un po’ meno. Stavolta si è manifestata nella più banale delle distrazioni da sessione invernale: sveglia presto, caffè, di corsa a studiare. La testa però resta a metà tra quei libri e soprattutto tutte le cose che farei se quei libri  non ci fossero: leggerei di più, guarderei più film, mi aprirei un blog. Poi arriva la sera, quei libri si chiudono e potrei davvero leggere, guardarmi un film o appunto aprirmi un blog, ma decido che la stanchezza è una scusa abbastanza credibile per potermi buttarmi sul divano a fissare la timeline di Twitter.

Quindi, niente, il blog me lo sono aperto per davvero. Vediamo che succede. L’abbandono è dato a meno della vittoria di Fiorella Mannoia a Sanremo, ma c’è sempre la possibilità che per uno strano allineamento dei call center Nesli e Alice Paba facciano il colpaccio o che io continui a scrivere per qualche altro mese.

O che trovi qualcosa di interessante da scrivere.

Annunci